Navigando nella Napa Valley con la Nissan Leaf 2018

NissanLEAF5

Sebbene la nuova Nissan Leaf condivida la piattaforma con il suo predecessore, è lì che finiscono le somiglianze. Sia l’interno che l’esterno sono stati completamente riprogettati, così come la batteria e il motore di azionamento per aumentare l’autonomia e la potenza. Gli aggiornamenti non si fermano nemmeno qui: lo sterzo e le sospensioni sono stati modificati e serrati e il telaio è stato riaffermato. Sono anche evidenti i cambiamenti di stile e caratteristiche di sicurezza come Pro Pilot Assist e Intelligent Cruise Control distinguono la Nissan Leaf 2018 nel segmento.

Di recente abbiamo partecipato a un evento multimediale ospitato da Nissan per vedere la Leaf 2018. Il nome del veicolo è l’acronimo di “Leading, Eco-Friendly, Affordable Family Car”, quindi si adatta solo all’anteprima del modello 2018 che ha avuto luogo. nello splendido hotel LEED Platinum certificato Bardessono nella Contea di Napa, in California. LEED è l’acronimo di Leadership in Energy and Environmental Design.

Prime impressioni

Nissan ha sollecitato il feedback dei clienti e ne ha preso chiaramente nota. Quando vedi la nuova Foglia, è abbastanza evidente che non assomiglia per niente a quella vecchia. In questo nuovo design nitido è possibile trovare pochissima somiglianza con linee scomode e una faccia da rana. L’appello estetico può essere un problema emotivo ed è sempre soggettivo. Tuttavia, a parte le opinioni, il nuovo stile che Nissan ha adottato è un significativo allontanamento da ciò a cui ci siamo abituati rispetto alla Leaf e alla maggior parte dei veicoli elettrici sin dall’inizio. Il tetto “fluttuante” con montanti a C oscurati e la “griglia a V” si trovano in altre vetture della gamma Nissan. La lama è entrata chiaramente nella piega e condivide un notevole DNA con i suoi fratelli alimentati a benzina. La riprogettazione è una raffinata rifinitura e molto meno polarizzante rispetto alla precedente versione dalla faccia anfibia.

Anche la somiglianza di famiglia viene trasferita all’interno. Il veicolo, come testato, era un rivestimento SL ben attrezzato, sedili sportivi rivestiti in pelle e un volante cucito in pelle, entrambi con riscaldamento elettronico. I posti sono fermi ma comodi e la disposizione degli strumenti è ordinata e intuitiva. Il sistema di infotainment è altrettanto ordinato e istintivo da usare. Sebbene il centro di infotainment abbia la forma di un tablet, è stato chiaramente preso in considerazione l’integrazione della forma onnipresente, al contrario della pratica comune di posizionare pigramente un iPad sul cruscotto.

Tuttavia, ci sono un paio di inconvenienti: alcuni degli accenti di stile degli interni in plastica sono abbastanza sentimentali e, ad essere brutalmente onesti, c’è più del previsto a questo prezzo di $ 37.000. Il volante è regolabile ma non ha azione telescopica. La posizione della ruota può essere un problema per i guidatori più alti poiché la batteria si trova sotto i sedili, forzando una posizione di guida relativamente alta. Il sedile del conducente era un po ‘come sedersi nella cabina di un monovolume angusto, ma ora sembra la cabina di un’auto moderna, quindi ci sono alcuni miglioramenti.

NissanLEAF40
2018 Nissan Leaf. Foto: Nissan Motor Corporation.

Tecnologia e trasmissione migliorate: da ovvio a scuro

Sebbene la batteria abbia le stesse dimensioni volumetriche, Nissan ha aumentato abilmente la sua densità utilizzando un separatore più sottile e materiali più efficienti. Riducendo le dimensioni del separatore, Nissan ha consentito una maggiore densità di celle della batteria, adattando sostanzialmente più celle nella stessa quantità di spazio. Ciò significa che ottieni una capacità di archiviazione significativamente maggiore e una potenza notevolmente maggiore nella stessa quantità di spazio, da 30kW a 40kW per l’esattezza. Ciò equivale a circa 150 miglia con una singola carica, aumentando la potenza da 107 a 147, mentre la coppia aumenta a 236 lb-ft.

Apple Car Play, Android Auto e NissanConnect con navigazione sono opzionali, ma Vehicle Tracking è una delle funzionalità più esclusive disponibili. Il veicolo può essere rintracciato in tempo reale per assicurarsi che rimanga dove l’hai lasciato; i genitori possono persino monitorare un nuovo autista. Con EV Telematics, il proprietario può impostare limiti geografici sulle mappe di Google, attivando una notifica a un’applicazione quando il veicolo viola il perimetro. Poiché Nissan ha stretto una partnership con Amazon, molte delle funzionalità di Leaf, come il controllo del clima, possono essere attivate parlando con Alexa.

Guidare e guidare

Abbiamo discusso dell’ovvio e gettato luce sull’oscurità, ma questa è un’auto, e la vera domanda è: come guida? I dettagli di ciò che è stato modificato in termini di sospensioni sono un po ‘vaghi, ma Nissan afferma che il telaio è stato “migliorato” e che la barra di torsione dello sterzo si è stretta del 10 percento. Entrando nelle strade B meravigliosamente curve della Napa Valley, la direzione sembrava abbastanza scattante e la risposta è sorprendentemente concisa. Il giro è un po ‘rigido sulle parti ruvide ma confortevole nella maggior parte delle condizioni. La lama del 2018 è cresciuta di un pollice sia in lunghezza che in larghezza rispetto alle generazioni precedenti a 176 per 71 pollici rispettivamente; l’altezza rimane invariata a 61,4 pollici.

Questo fatto solleva la domanda: cosa è successo nello sviluppo del telaio per eliminare la sensazione alta e soffice che è caduta sull’originale? Nissan attribuisce un feedback e una sensazione di sterzo migliorati al nuovo software di logica di controllo, che utilizza sensori dell’angolo di sterzata e un controllo di sterzo intelligente per controllare la coppia in curva. Combina una migliore maneggevolezza con una coppia maggiore e hai una ricetta per divertirti. In un EV non meno!

NissanLEAF6
Foto: Nissan Motor Corporation.

Modalità di guida avanzate

Come la maggior parte delle autovetture con cambio automatico, ci sono tre indicatori di guida familiari: “D”, “N” e “R”. Come previsto, esiste una modalità ECO che riduce l’impatto dell’accelerazione, aumenta la frenata rigenerativa e aumenta anche l’HVAC per massimizzare la durata della batteria. È interessante notare che c’è una “B” che ospita la “D” sulla manopola del cambio. Questa modalità sembra essenzialmente guidare con una marcia più bassa, creando una frenata rigenerativa del motore con una decelerazione 2,5 volte maggiore di “D”. Nessuna di queste funzioni è rivoluzionaria o addirittura non comune, tuttavia l’e-Pedal è una funzione esclusivamente elettrica e inclusa in ogni livello di allestimento.

Questa funzione è davvero in conflitto per me. Come sostenitore del coinvolgimento del guidatore e membro della Manual Transmission Preservation Society, sembra in qualche modo controintuitivo che tu debba godere di una funzione di guida come il pedale elettronico; È divertente ma non coinvolge. L’e-Pedal consente al guidatore di navigare con un solo pedale (secondo uno studio di Nissan) il 90 percento delle volte. Non due, non tre, ma un pedale per accelerare, navigare, frenare, persino fermarsi completamente e rimanere fermi.

Ciò è possibile grazie alla funzione unica di trasmissione elettrica. Invece di applicare il freno ad attrito standard, il motore di azionamento crea una resistenza in grado di portare il veicolo a un arresto notevole e regolare, semplicemente sollevando il piede dal pedale del gas. Non solo rallenterà a una velocità di 0,2 g, ma caricherà la batteria durante la decelerazione. La sensazione può essere paragonata alla guida in seconda marcia con maggiore risposta dell’acceleratore e frenata aggressiva del motore. Tuttavia, mi sono ritrovato a guidare il veicolo di prova in modalità e-Pedal per la maggior parte del tempo. . . cioè quando Pro Pilot Assist non è stato attivato.

NissanLEAF8
Foto: Nissan Motor Corporation.

Guida quasi autonoma

Pro Pilot Assist è la combinazione di Active Radar Cruise Control (Intelligent Cruise Control) in concerto con Lane Departure e Lane Guidance Assist. Lo Smart Cruise Control è come altri sistemi basati su radar, in quanto il veicolo corrisponderà alla velocità dell’auto che precede. Quando il traffico impedisce il progresso, il radar rileva l’ostruzione, quindi rallenta e accelera per adattarsi alla velocità del traffico. Esistono tre impostazioni di distanza basate sull’intervallo di tempo in modalità assistenza, in modo che il conducente possa regolare la distanza che desidera seguire per seguire la macchina.

L’indicatore di corsia si basa su un sistema visivo che utilizza una telecamera per scansionare la strada alla ricerca di input visivi, ovvero le linee. Alcuni aiuti alla partenza e l’indicatore di corsia attendono che un veicolo si avvicini a un limite di avvicinamento per intervenire e impedire loro di attraversare corsie senza accorgersene. Il sistema Nissan è più che una guida costante, guida senza intoppi l’auto nel mezzo della corsia senza rimbalzare avanti e indietro. Pilota è un nome appropriato per la sua capacità di percorrere curve sottili sulla strada ed è probabilmente in grado di affrontare curve più grandi di quelle che ha avuto il coraggio di consentire senza intervento. Il traffico lento è il punto in cui Pro Pilot Assist brilla davvero.

NissanLEAF2
Foto: Nissan Motor Corporation.

Campanelli d’allarme

Nissan ha abilmente aggiunto livelli di sicurezza in modo che Pro Pilot non venga abusato come un pilota automatico puramente autonomo. Il trattino lampeggerà le spie se non viene rilevato alcun conducente sul volante per 5 secondi. Se il guidatore non ha una mano, o nemmeno un dito, sul volante dopo che le spie lampeggiano, verrà emesso un segnale acustico spiacevole. Se viene consentito all’allarme di raggiungere l’equivalente dell’arresto cardiaco, Pro Pilot Assist pompa i freni tre volte mentre suona in modo sincrono insopportabile. Se questo non ha risvegliato il conducente, evocando una sorta di informazione, il Leaf prende in mano la situazione e presume che il conducente sia in qualche modo inabile.

Il sistema può arrestare il veicolo a 40 mph e accendere le luci di emergenza. Questa fase finale dell’arresto di emergenza è dove i rumori diventano interessanti. Viene emessa una sirena di “allarme rosso” e se non si trattava di una vera emergenza, l’allarme acustico è piuttosto comico. Poiché Leaf è praticamente silenzioso, questo potrebbe essere il miglior rumore prodotto dall’auto (a meno che non abbia il pacchetto audio Bose opzionale). Scherzi a parte, questa tecnologia intelligente, insieme a funzioni di sicurezza come la frenata automatica di emergenza e il rilevamento dei pedoni, può salvare vite umane.

NissanLEAF34
Foto: Nissan Motor Corporation.

conclusione

La Nissan Leaf è l’auto più popolare in un mercato in crescita dei veicoli elettrici. Non è un’auto sportiva, non è un’auto di lusso, nemmeno una Hot Hatch. Non è pensato per essere una di queste cose, e questo è ovvio. Tuttavia, ciò che Leaf è è un pendolare eccellente e una grande macchina da città. Con la gamma estesa e la rete di ricarica rapida DC in continua crescita, può essere più di una semplice modalità di trasporto limitata ai limiti della città. The Leaf è un leader a emissioni zero con sapori di sport, stile e un pizzico di lusso. Nissan ha dimostrato che i veicoli a batteria possono essere dotati di tecnologia a un prezzo inferiore rispetto alle generazioni precedenti.

Mentre il mercato dei veicoli elettrici sta guadagnando popolarità e la concorrenza aumenta, credo che questa tendenza progredirà e i prezzi continueranno a scendere. Per me, la cosa eccitante nel guidare la nuova Leaf è il notevole aumento di potenza e coppia, ma sai che le prestazioni sono state ridotte per motivi di sensibilità. Quindi non posso fare a meno di chiedermi cosa riserva il futuro se, ad esempio, una versione leggera di NISMO di Leaf viene rilasciata al pubblico. O ancora meglio, un EV EV dal design appositamente progettato!

Galleria Nissan Leaf 2018

Foto: Nissan Motor Corporation, Leaf Media Drive.